evolving

Amatriciana “isolana” – uno strilletto di gioia

Lo sanno tutti che Amatrice è nel Lazio e l’ Amatriciana uno dei piatti tipici Romani ma questa versione l’ho definita “isolana” per via degli ingredienti un po’ rivisitati. Ossia ho usato il guanciale tradizionale di Barbagia, direttamente da Desulo, e, al posto del classico pecorino romano, la ricotta affumicata calabra, ossia la tipica ricotta calabrese da serbo, ottima per la grattugia.

Un’esplosione di profumi e di sapori, perchè il guanciale dei Rovajo è morbido, saudente, dolce, e la ricotta di pecora calabrese è stagionata, intensa, sapida, dal sentore delicato di affumicato, imperdibile per gli amanti dei sapori decisi.

Poi che altro dire, io checchenedicano i puristi dell’amatriciana, uso la cipolla e un pezzettino di peperoncino nel soffritto, poi ho messo i pomdorini tagliati a quarti anzichè la passata, ho lasciato andare fino a cottura e poi ho aggiunto i dadini di guanciale, precedentemente cotti a parte in un padellino senza olio e senza niente, sono talmente saporiti di loro… Ho mescolato e lasciato insaporire coperto.

I bucatini scolati al dente a ripassare in padella e poi sul piatto caldo una spolverata di ricotta affumicata e… mi è uscito uno strilletto di gioia,  per un attimo mi sono risvegliata dal torpore di questi giorni di prima influenza o preinfluenza o come diavolo si chiama !


4 commenti

  1. Goodfork's Gravatar Goodfork
    29 settembre 2008    

    Quanto mi piacciono queste ricettine semplici ma ricercate negli ingredienti… immagino che bontà ! Brava brava…

  2. 30 settembre 2008    

    Ciao Goodfork, grazie ! Io amo ricercare i prodotti tipici, magari quelli poco conosciuti, ed è per questo che mi sono imbarcata in questa impresa !!! Poi dopo la fase di ricerca c’è quella di sperimentazione, e quasi non so quale mi piaccia di più ! Watch this space…

  3. 1 ottobre 2008    

    ciao marilì! avanzata un po’ di questa amatriciana griffata isla sarda? :)
    per le british isles, poi, non parto più, almeno per il momento.
    Diciamo che mi trovo a dover scindere tra tesi e lavoro che ne seguirà.
    Poi, magari, ti racconto meglio.
    Presto, appena C si libera dai suoi esami, finalmente si fa la scappata promessa chez you.

    A presto

    F

  4. 11 ottobre 2008    

    Ciao Fabrizio ! Felice di sentirti! Scusami per il ritardo ma questi ultimi tempi sono stati un cataclisma… Vi aspetto e nel frattempo un bacione a te e a C.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>