evolving

Spaghetti con aglio selvatico, fave e vitalba croccante

generale-31

Girare per campi in cerca di erbe e piante selvatiche è qualcosa che mi entusiasma fortemente. Quando torno a casa con un mazzetto di aglio selvatico, un po’ di vitalba, i rafani o gli asparagi selvatici, una busta di cicoria, qualche fiore di ginestra o di tarassaco, sono la persona più felice del mondo ! Deve essere proprio una spinta ancestrale che urge in me perchè dopo mi sento così realizzata, è una soddisfazione profonda, quasi “primitiva”, appunto.

L’aglio selvatico impeversa nei nostri campi in questo periodo, con il suo fiorellino delicato, bianco o rosa, è anche delizioso a vedersi.

fiore-rosa bulbi

Invece la vitalba è una pianta rampicante infestante, la si trova avviluppata a rovi e alberi e la si riconosce anche con grande facilità grazie alla prova inconfutabile : la sezione dello stelo a stella. Si colgono i virgulti con le vicine foglioline tenere.

vitalba-virgulto sezione

Allora ecco qua come ti sistemo aglio selvatico e vitalba :

aglio-e-vitalba

I pomodorini calati nell’acqua in ebollizione, 20 secondi e poi un bel tuffo in acque gelide, per spellarli meglio. Tagliati in quattro e poi a sgrondare nello scolapasta acqua e semi con qualche rude scossa.

I germogli e foglioline tenere di vitalba a friggere in evo a fuoco allegro.

Le fave ricavate dai baccelli, in pentola apressione per 10 minuti scarsi dal fischio e poi sbucciate.

particolare

Un soffritto in evo dei bulbetti di aglio selvatico affettati, i petali di pomodorini, lascio andare un po’ senza assillarli. Poi aggiungo le fave spellate. In ultimo la pasta lessata a ripassare. Fuori dal fuoco una macinata di pecorino di Pienza e poi in ultimo, nel piatto la vitalba croccante.

vitalba

AND…ENJOY !

8 commenti

  1. 1 giugno 2009    

    ma che pasta magnifica! e gli ingredienti poivitalaba e aglio selvatico e fave , è la cultura che fa la differenza in cucina.

  2. 1 giugno 2009    

    Oh, che meraviglia…questa pasta mi apre il cuore!

  3. fra's Gravatar fra
    1 giugno 2009    

    Mi piacerebbe tantissimo saper riconoscere le erbe selvatiche! Questo piatto di pasta è assolutamente fantastico e l’idea di aver raccolto gli ingredienti sono sicura lo renda ancora più buono
    Un bacione
    fra

  4. 3 giugno 2009    

    Troppo buono Gunther !

    Grazie Wiggi, hai ragione, a volte anche un bel piatto può far sgorgare bei sentimenti

    E’ proprio così Fra, sapere di aver raccolto tu gli ingredienti e poi mangiarti il tutto in buona compagnia può darti lievi attimi di felicità, almeno per me è così ! Grazie cara.

  5. 4 giugno 2009    

    Che meraviglia Marilì :)
    oggi purtroppo vado di fretta, ma due parole bisogna assolutamente lasciarle qui da Gustoshop!
    Bravissima,
    wenny

  6. 4 giugno 2009    

    Wenny, grazie. Ci si becca con un po’ di calma più in là, ora corri corri !!!

  7. 6 giugno 2009    

    bella ricettina,mi piace usare ciò che la natura ci regala…..mauri

  8. 7 giugno 2009    

    Sì, Mauri, anche a me dà una grande emozione quando cucino con qualcosa che cresce spontaneamente e che ho colto poco prima ! Anche le tue opere crescono spontaneamente, sono prodotti di una natura feconda e fertile che è la tua anima di artista. Sei così brava…

  1. Linguine telline e scampetti con aglio selvatico | Gustoshop Blog on 27 giugno 2009 at 16:31
  2. Pasta con aglio selvatico, pomodorini confit, bottarga di muggine e arancio | Gustoshop Blog on 12 luglio 2009 at 17:29

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>