evolving

Salone Internazionale del Gusto

WOWWWWWWWWWWWWWWW

Sono sfinita, ho i piedi che bruciano e le gambe doloranti, ma è quella stanchezza piena di stimoli, di belle cose viste, di tante buone cose assaggiate, di tante persone interessanti conosciute. Ieri siamo sbarcati al Salone direttamente dal viaggio e la sera eravamo fusi, ma anche oggi che siamo partiti riposati dall’albergo, non è che stiamo proprio una favola…

Chi reagisce meglio, come al solito è Marta. Lei al suo primo Salone, 2 anni fa, aveva solo 6 mesi e guardava dal suo marsupietto tutto e tutti con uno sguardo ammaliato e colmo di curiosità, poi quando arrivammo allo stand del Parmigiano Reggiano, porse la mano al signore che ricavava direttamente dalla forma grandi schegge di parmigiano per offrirlo al pubblico mai sazio e lei prese quello che dalle nostre parti chiamerebbero “  ‘no scojo ” di parmigiano e si mise  succhiarlo con tutta se stessa guadagnando un momento di celebrità: fu immortalata da fotografi e turisti del gusto, che ridevano a guardare ” ‘sto pezzetto di cacio” (come dicono sempre dalle nostre parti, che evidentemente non si trovano esattamente nel torinese o nel cuneese) che si pappava un bel pezzo di cacio. Noi invece eravamo seduti, finiti/sfiniti, con lo sguardo nel vuoto, dopo due giorni di stravizi al Lingotto.

Comunque tornando al Salone, posso dirvi che è sempre più grande, quasi sconfinato e si fatica a girarlo bene perchè pieno di gente. L’approfondimento, lo scambio e la conoscenza ne escono un po’ penalizzati, perchè ostacolati da tanti fattori (tra cui anche una discreta disorganizzazione).

Però è sempre un’ottima occasione e un grande momento di scoperta. E partecipare dà sempre una bella emozione.

Domani, se ce la faccio. dovrei fare un salto anche dalla cavoletta più famosa d’Italia, Sigrid… arrivoooo !!!

Bacioni a tutti dal tempio del Gusto

P.S. Per le foto ce la fate ad aspettare lunedì ? Ho dimenticato il cavetto per scaricarle… argh !

Marilì

Nessun commento ancora

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>